News ed eventi


Bando per finanziamenti sulla formazione professionale nel settore dell’autotrasporto

inserito il 07 settembre 2017



Il Ministero Infrastrutture e Trasporti finanzia azioni di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto con una dotazione di € 10.000.000,00.

I soggetti destinatari sono le imprese di autotrasporto merci per conto terzi o loro Raggruppamenti (CCNL Logistica Trasporto e Spedizioni) per la realizzazione di iniziative di formazione o aggiornamento professionale.

page1image4600
page1image5664

Possono proporre domanda di accesso ai contributi:

a) Le imprese di autotrasporto di merci per conto terzi aventi sede principale o secondaria in Italia, regolarmente iscritte al Registro elettronico Nazionale istituito dal Reg. CE n. 1071/2009 del Parlamento Europeo e le imprese di autotrasporto di merci per conto terzi che esercitano la professione esclusivamente con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate regolarmente iscritte all’Albo Nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi;

b) Le strutture societarie regolarmente iscritte nella sezione speciale del predetto Albo ai sensi del c. 5/bis dell’art.1 del decreto legge 6 febbraio 1987 n. 16 risultanti dall’aggregazione delle imprese di cui al precedente punto a) costituite a norma del c.c. limitatamente alle imprese di autotrasporto di merci per conto terzi regolarmente iscritte nella citata sezione speciale dell’Albo.

Le iniziative formative possono essere volte all’acquisizione di competenze per:

  •   gestione d’impresa,

  •   nuove tecnologie

  •  sviluppo della competitività

  •   innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza del lavoro.

    Sono escluse le iniziative di formazione che riguardano corsi finalizzati

  •   all’accesso alla professione di autotrasportatore

  • all’acquisizione, rinnovo titoli obbligatori per l’esercizio di attività di autotrasporto

  •   per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.

    Possono essere presentati Piani formativi aziendali, interaziendali, territoriali o strutturati per filiera (specificare ed esplicitare in fase di presentazione).

    Le attività formative devono essere avviate a partire dal 4 dicembre 2017 e terminare entro il 1° giugno 2018. 


L'intensità di aiuto non supera il 50 % dei costi ammissibili. Può tuttavia essere aumentata fino a un'intensità massima del 70 % dei costi ammissibili come segue:

a) di 10 punti percentuali se la formazione è destinata a lavoratori con disabilità o a lavoratori svantaggiati;

b) di 10 punti percentuali per gli aiuti concessi alle medie imprese e di 20 punti percentuali per gli aiuti concessi alle piccole imprese (50% + 20%=70%).

Costi ammissibili (Regolamento CE n. 651/20147):

a) le spese di personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;

b) i costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, quali le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto, l'ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione. Sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità;

c) i costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;

d) le spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Ogni impresa può presentare una sola domanda di accesso al contributo.

Le domande possono essere presentata dal 25 settembre 2017 al 27 ottobre 2017 in via telematica e sottoscritte con firma digitale dal R.L. dell’impresa richiedente.

Il contributo massimo erogabile è pari a € 140.000,00 per impresa o, nel caso di raggruppamento di imprese, per ogni impresa che all’interno del raggruppamento partecipi all’attività formativa.

Ogni partecipante può fruire di massimo 30 ore di formazione. Parametri finanziari:
compenso docenza in aula 120€/h;
compenso tutor in aula 30€/h;

costi del Revisore Contabile;
consulenza max 20% del totale dei costi ammissibili;

costi di attività didattica (docenti, tutor, costi trasferta, materiali e forniture, ammortamento strumenti e attrezzature, consulenza) pari o superiori al 50% dei costi ammissibili;

formazione a distanza non può superare il 20% del totale delle ore di formazione.

L’erogazione del contributo avverrà al termine della realizzazione del progetto (entro il 01.06.2018) a rimborso dei costi sostenuti con fatture e relativi pagamenti oppure con pro-forma unitamente a fidejussione stipulata a favore dello Stato per un anno. 


02/11/2015 :::

03/07/2015 :::